www.news.admin.ch

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Comunicati stampa



da
 
A
 




16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
Il Consiglio federale ha adottato il mandato negoziale per la partecipazione della Sviz-zera al programma europeo Cultura 2014–2020. Il programma Cultura costituisce il perno delle attività culturali dell'Unione europea e, con i suoi 38 Paesi partecipanti, rappresenta lo strumento di promozione più importante su scala europea.

16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha nominato Philippe Egger nuovo membro del consiglio di amministrazione dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Egli assumerà la nuova carica con effetto al 1° maggio 2014. Prima del suo pensionamento, Philippe Egger ha lavorato presso AXA Winterthur in veste di amministratore delegato.

16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
In futuro il Consiglio federale esigerà l’indicazione del numero IVA svizzero dalle imprese estere che forniscono temporaneamente prestazioni nel nostro Paese. Questa misura dovrebbe avvenire nell’ambito della procedura di notifica online già esistente per l’attività lucrativa temporanea in Svizzera e serve a garantire una migliore verifica dell’assoggettamento all’IVA. In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale delle finanze (DFF) e il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di procedere con l’attuazione delle misure.

16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
In occasione della seduta odierna, il Consiglio federale ha licenziato la strategia 2014–2018 sul libero accesso ai dati pubblici in Svizzera. La messa a disposizione di dati pubblici liberamente riutilizzabili consente di fornire agli ambienti economici dati grezzi su modelli aziendali innovativi e di accrescere la trasparenza e l’efficacia delle attività dell’amministrazione pubblica.

16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
Il Consiglio federale vuole che la Svizzera prosegua i suoi sforzi per ridurre le emissioni di gas serra nel quadro del Protocollo di Kyoto. Entro il 2020, la Svizzera deve ridurre le sue emissioni del 20 per cento rispetto al 1990. L’obiettivo è conforme alla revisione della legge sul CO2. Nel corso della sua seduta del 16 aprile 2014, il Consiglio federale ha approvato un messaggio in tal senso destinato al Parlamento.

16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
Il 16 aprile 2014 il Consiglio federale ha pubblicato un rapporto in adempimento del postulato Bischof «Una politica industriale per la Svizzera». Secondo il documento, che illustra anche le misure adottate dalla Confederazione per promuovere la nostra piazza economica, l’industria svizzera mantiene un’ottima posizione a livello internazionale malgrado le difficoltà congiunturali.

16.04.2014   
[ Ufficio federale del consumo ]
In collaborazione volontaria con Lenovo Svizzera Srl, l’Ispettorato federale degli impianti a corrente forte (ESTI) informa del richiamo di batterie ThinkPad Lenovo.

16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
Il Consiglio federale intende modernizzare il registro dello stato civile e il registro fondiario, affinché possano garantire anche in futuro rapporti giuridici sicuri ed efficienti. Mercoledì ha adottato il messaggio sulle necessarie modifiche del Codice civile (CC).

16.04.2014   
[ Il Consiglio federale ]
In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha approvato il consuntivo consolidato per il 2013. La situazione finanziaria delle unità centrali e decentralizzate della Confederazione è nel complesso rallegrante. Il risultato annuo registra un'eccedenza di 1,0 miliardi.

16.04.2014   
[ Segreteria di Stato dell'economia ]
Il rapporto sulla penuria di specialisti in Svizzera, commissionato dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), offre uno spaccato delle professioni più richieste in svariati settori. Il 36% circa delle persone attive lavora in una professione che sembra mancare di personale qualificato. I sintomi di questo fabbisogno sono particolarmente frequenti nei settori del management, dell’amministrazione, della finanza e contabilità, delle professioni sanitarie, dei mestieri dell’insegnamento e della cultura e in quelli della tecnica e dell’informatica (MINT).




Fine zona contenuto



Le autorità federali della Confederazione Svizzera
info@bk.admin.ch | Basi legali
http://www.news-service.admin.ch/dokumentation/00002/index.html?lang=it