www.news.admin.ch

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



La Consigliera federale Doris Leuthard ha partecipato alla Conferenza dei Ministri sul clima e su Rio+20 a Bruxelles

Berna, 07.05.2012 - Oggi si sono incontrati a Bruxelles i Ministri di diversi Paesi per uno scambio informale di informazioni sulla politica climatica internazionale e sulla Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo sostenibile che si terrà a Rio de Janeiro in giugno (Rio+20). La Consigliera federale Doris Leuthard ha partecipato in rappresentanza della Svizzera.

In occasione della Conferenza dell'ONU sul clima a Durban, tenutasi nel dicembre 2011, sono state prese importanti decisioni per mitigare il problema dei cambiamenti climatici a livello internazionale. Su invito dell'UE, oggi si sono incontrati a Bruxelles i Ministri europei dei Paesi industrializzati, degli Stati emergenti e dei Paesi in via di sviluppo con l'obiettivo di portare avanti in modo informale i lavori inerenti alle decisioni prese a Durban, accelerando così il processo politico e favorendo l'adozione di ulteriori misure efficienti in materia climatica. La Svizzera era rappresentata dalla Consigliera federale Doris Leuthard, la quale si è espressa a favore dell'adozione delle modifiche necessarie per il secondo periodo di impegno del Protocollo di Kyoto in occasione della prossima Conferenza sul clima a Doha in Qatar. Doris Leuthard ha inoltre dichiarato di auspicare la formulazione di obiettivi chiari e ambiziosi per promuovere un consumo energetico sostenibile durante la Conferenza dell'ONU sullo Sviluppo sostenibile (Rio+20) e ha informato sull'iniziativa di gemellaggio tra le città, lanciata dalla Svizzera durante il World Economic Forum, che offre un grande potenziale per le misure sulla protezione del clima. Tutti i Ministri presenti hanno riconosciuto che giustizia ed equità tra gli Stati costituiscono le premesse indispensabili per riuscire ad adottare provvedimenti sul clima più efficienti. È tuttavia errato ritenere che il principio della responsabilità comune, ma differenziata, possa fornire una chiave oggettiva e accettata da tutti nella ripartizione dei diritti di emissione.

I Ministri hanno inoltre affrontato l'argomento della Conferenza dell'ONU sullo Sviluppo sostenibile che si terrà dal 20 al 22 giugno a Rio de Janeiro (Rio+20). Si è discusso su come ottimizzare le negoziazioni nel quadro di Rio+20 e l'impegno a favore di uno sviluppo sostenibile. La Conferenza Rio+20 sarà incentrata sulle ripercussioni che può avere una conversione ecologica dell'economia ("green economy") sullo sviluppo sostenibile e sulla lotta contro la povertà. I lavori in corso a Bruxelles proseguiranno domani.

Indirizzo cui rivolgere domande:

DATEC, Servizio stampa, Palazzo federale Nord, 3003 Berna, tel. +41 31 322 55 11

Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
Internet: http://www.uvek.admin.ch/index.html?lang=it
Ufficio federale dell'ambiente UFAM
Internet: http://www.bafu.admin.ch/it
Ricerca a testo integrale



Le autorità federali della Confederazione Svizzera
info@bk.admin.ch | Basi legali
http://www.news-service.admin.ch/dokumentation/00002/00015/index.html?lang=it